Loghi PON 2014 2020 fse fesr corto

Lezioni-Concerto "Amici della Musica - Orazio Fiume" alunni della Scuola dell’infanzia

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

«Con grande piacere questa Associazione ha accolto l’invito della Dirigente dell’Istituto Comprensivo “Morea-Tinelli” di Alberobello ad organizzare delle lezioni-concerto anche per gli alunni della Scuola dell’infanzia di detto Istituto e che ringraziamo per aver creduto in queste iniziative che organizziamo ormai da molti anni.

Ovviamente avevamo qualche perplessità ad incontrare allievi così piccoli ed anche il Trio “Nueva Armonia” che era stato scelto, tra le altre proposte, dalle insegnanti, era un po’ preoccupato sulla “tenuta” dei piccoli ascoltatori. Il programma scelto dai musicisti è stato adattato all’età dei piccoli per non annoiarli.

Probabilmente per i piccoli ascoltatori era la prima volta che ascoltavano musica dal vivo così “da vicino” e tutta per loro. Devo però dire, con grande compiacimento, che l’esperimento ha funzionato molto bene: i piccoli hanno seguito con interesse e curiosità i “suoni” che gli strumenti musicali presenti emettevano (flauto; clarinetto e chitarra).

E non si sono per nulla annoiati!

Anzi alcuni hanno anche saputo riconoscere i brani eseguiti perché già ascoltati in TV». Queste le impressioni del prof. Angelo Giangrande, presidente dell'Associazione "Amici della Musica - Orazio Fiume" di Monopoli che il 27 aprile scorso ha proposto il concerto del trio "Nueva Armonia" (Gianfranco Lafratta flauto, Miriam Goffredo clarinetto, Ornella Vinci chitarra, tutti diplomati presso il Conservatorio di Musica "Nino Rota" di Monopoli) agli alunni della Scuola dell'Infanzia dei plessi "Guarella" e "Notarnicola".

Gli alunni hanno seguito con attenzione i brani ed hanno ascoltato con grande interesse le spiegazioni relative ai diversi strumenti musicali, dei quali hanno visto le operazioni di smontaggio e rimontaggio. Sentire quegli oggetti "magici" riprodurre le sigle dei loro programmi preferiti o melodie che evocavano palazzi, prati e principesse è stata la prova che l'ingresso nel magico mondo della musica è stato varcato.

 

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione: